Cos’è una mail transazionale

0
89
cosa sono le mail transazionale

Molte delle comunicazioni aziendali passano, di fatto, attraverso le Mail. Per molti casi questi messaggi possono coprire diverse entità ed identità, con una certa utilità sparsa sia per il cliente finale che per il Business in sé. Di certo sarete a conoscenza delle varie terminologie che coprono queste utilità, questi vari fattori che contribuiscono a rendere l’azienda un macchinario ben oliato e capace di offrire il miglior servizio all’utente.

Esistono ad esempio le Mail espressivamente dedicate alla pubblicità, così come quelle dedicate agli utenti che “rimbalzano” via dal sito (altrimenti definito come Bouncing). Ogni messaggio ha uno scopo preciso, magari creato attorno ad un obiettivo finale che è sempre quello di riportare l’utente nel servizio, oppure di fargli semplicemente visitare il sito. Ma avete mai sentito parlare della Mail Transazionale?

Che cosa definisce una mail Transazionale?

Ecco tutte le occasioni ed esempi nel quale la ricezione d’una mail transazionale può essere definita come tale:

  • un messaggio che riporta l’ultimo acquisto effettuato, con un file digitale allegato (che sia un immagine, una chiave per un gioco, un eBook);
  • una qualsiasi conferma per un ordine effettuato;
  • conferme di partecipazione ad un evento, con inclusi nel caso biglietti, numeri, orari e così via;
  • una semplice mail di ringraziamento per aver effettuato una registrazione ad un evento particolare;
  • un messaggio di sistema che riguarda la riconfigurazione dell’account, password ed altro ancora.

Quel che definisce una mail transazionale è perciò un tipico messaggio che può essere relativo ad una operazione di Marketing portata a buon termine (Registrazione o acquisto) così come una semplice comunicazione di servizio. Quel che può definire con assoluta precisione questo messaggio è la presenza d’un singolo utente che riceve questo preciso messaggio.

Non è mirato ad un target o una fetta d’utenza, è piuttosto dedicato a quella singola persona che ha effettuato un acquisto, una registrazione, o ha richiesto qualcosa di preciso dal sistema automatico del servizio. Anche lo staff o il proprietario dell’azienda potrà perciò ricevere qualche ricevuta in base a quest’attività, rendendo la comunicazione di nuovo Transazionale.

Perciò la mail transazionale altro non è che un documento che passa delle informazioni importanti agli utenti e lo staff del sito, un passaggio appunto di dati che può essere più o meno importante per entrambe le parti.

Come può essere utile per il Marketing

Ecco il punto veramente importante: molti ignorano la potenzialità più grande che riguarda questi messaggi. Anche se si tratta di comunicazioni automatiche o che possono semplicemente includere una ricevuta, in realtà possono essere uno strumento molto importante per l’azienda. Se ci si riflette molto bene, in questo caso l’utente sta cercando attivamente di comunicare con il Business, e sta perciò rivolgendo la più piena attenzione alla ricezione di messaggi e la lettura del suo contenuto.

E non solo: spesso le mail transazionali vengono lasciate semplicemente alla loro forma standard offerta dal servizio o il sito che l’azienda ha acquistato. Questo è anche uno sbaglio.

Bisogna sempre personalizzare le mail che includono queste comunicazioni, rimuovendo quelle noiose 3-4 frasi con caratteri minuscoli che non interessa a nessuno. Includete un buon comparto grafico, dei ringraziamenti sentiti, e includete anche dei contenuti pertinenti all’acquisto o la registrazione. L’utente è arrivato al sito poiché interessato ad un libro? La mail di registrazione può includere altri libri al suo interno, che l’utente può potenzialmente visitare.

La mail transazionale è perciò uno degli strumenti più sottovalutati per quel che riguarda il marketing via posta elettronica. Può ridurre il bouncing, può coinvolgere ancor di più l’utenza, e può potenzialmente aumentare le vendite. Così come ogni sezione del servizio offerto del business, insomma, ha bisogno del suo tocco essenziale per offrire quella ciliegina sulla torta su un’elaborata operazione di Marketing.