Come scegliere gli hashtag giusti per la campagna pubblicitaria

0
137
scegliere i giusti hashtag

Quando si tratta di pubblicizzare qualcosa su un social network, bisogna sempre prendere in considerazione tutti i mezzi più potenti che possono essere appositamente sfruttati per l’occasione. In questo caso qualcosa che non va mai dimenticata è la presenza degli Hashtags, il quale possono comunicare con una fetta vastissima d’utenza tutto quello che abbiamo bisogno di rendere più rilevante. Qualcosa però è chiaro, ed è quello ovviamente di saper usare questo mezzo al meglio delle possibilità. Un Hashtag è infatti tanto potente quanto inutile se non sfruttato come si deve.

Detto ciò, ci sono diverse categorie da considerare per il miglior sviluppo d’un Hashtag. Ogni categoria è espressivamente dedicata a qualcosa che può essere presente o meno a supporto del Business, perciò non è sempre detto che bisogna sfruttarle tutte. Per fattor di fatto bisogna infatti considerare anche la composizione del post, qualcosa al quale arriveremo a breve.

I diversi tipo di hashtag

Iniziamo quindi a descrivere le varie categorie commerciali o quali possono essere utili per un business in generale:

  • di tendenza – un’ottima occasione per saltare a bordo di qualcosa di popolare. A volte sulla destra è possibile vedere gli Hashtag di tendenza, ovvero argomenti che vengono usati parecchio o che nelle ultime 24 ore hanno ricevuto un’elevatissima attenzione. Ovviamente bisogna fare attenzione a che argomento si deve applicare la campagna pubblicitaria in questo caso. E’ importante che l’argomento sia rilevante all’azienda, trattandolo con le giuste precauzioni;
  • il marchio – da non mancare mai, ovviamente, è l’hashtag che rappresenta il marchio della tua azienda o quella che stai rappresentando nella campagna. Se ad esempio si parla di vendere prodotti dell’Asus, è bene integrare un #asus all’interno del post. Ricordatevi che ci sono sempre più hashtag che trattano un prodotto più specifico ma sempre dello stesso marchio, perciò è bene indagare un attimo innanzitutto;
  • prodotto o servizio – a seconda di quel che fa il prodotto o il servizio presentato, è una buona idea includere un Hashtag che ne parla. Ad esempio se si parla di modifiche per auto può essere adeguato aggiungere l’hashtag #tuning, per fare un buon esempio;
  • il target – poi bisogna anche considerare le persone che possono ascoltare al meglio il messaggio che s’intende mostrare in giro. Se ad esempio il Business o il messaggio in sé riguarda operazioni a fine caritatevole, si può aggiungere l’hashtag #noprofit;
  • campagna – poi, vi è l’hashtag che riguarda ovviamente la campagna pubblicitaria in sé. Questo è molto specifico e rende possibile il rintracciamento della pubblicità, così come il messaggio che ha a disposizione. Inventatevi sempre un nome facile da ricordare, e che si può applicare velocemente all’Hashtag;
  • evento – oltre questo, una campagna può essere accompagnata da un proprio evento personale, che ha il suo hashtag preciso. Ad esempio avete in mente di proporre un Black Friday chiamato “Framatto”? Un hashtag chiamato #Framatto21 può essere adeguato.

Questi sono gli Hashtag che meglio rappresentano i contenuti che è possibile sfruttare. Ovviamente, la composizione è tutto: vi sono tanti modi per creare una campagna pubblicitaria in poche parole, ed è anche importante essere diretti. A seconda del social network, il messaggio è bene che sia conciso e non troppo dispendioso a parole troppo lunghe.

Come scrivere un post efficace

Comporre un buon post che integra gli Hashtag, su Twitter o altri social, in maniera intelligente senza essere eccessivamente prolissi è quasi un arte. Vediamo insieme questo paio d’esempi che integra gli Hashtag in maniera corretta:

  • Vorrei sentire il vostro parere a proposito delle #moto. Un accessorio per il #tuning di quelle della #Ducati può sorprendervi per i suoi risultati straordinari.
  • Correre è sempre stato il nostro sogno. Farlo con un minimo costo è il sogno di tutti. #moto #tuning #corse

Da come potete notare, gli Hashtag sono applicati in maniera molto differente in base al post. Nel primo esempio, questo è integrato all’interno del post.

Nel secondo, gli Hashtag vengono integrati alla fine del post. In entrambi i casi sono validi, poiché rendono visibile il contenuto nel canale adeguato. Ma ovviamente, la composizione è molto importante, e la frase perciò deve essere adeguatamente leggibile, senza esagerare negli Hashtag e senza dilungarsi troppo.