SEO per piccole aziende: miti e consigli

0
182
la seo per piccole aziende

Da molti anni ormai si parla sempre della stessa cosa: SEO, SEO, ed ancor di più SEO! Per lungo definito Search Engine Optimization, questo sistema permette agli utenti intorno al mondo di trovare il nostro sito tramite le ricerche effettuate tramite Google, Bing, DuckDuckGo e altri motori di ricerca. L’obiettivo principale è naturalmente quello di spuntare sempre fra le prime pagine, se non la prima in assoluto. Ma è una battaglia che è spesso tutta in salita, e le varie voci di corridoio non aiutano mai.

In questo piccolo argomento parleremo un po’ di questi miti, e cosa si può dire attualmente contro queste varie voci che sono spesso solo un ostacolo nel migliorare la visibilità del nostro sito.

Mito numero 1: la SEO in realtà non serve!

Al giorno d’oggi vanno solo i social network, la pubblicità nei gruppi di Telegram, Discord e cose di questo genere…

Questo è un pensiero assolutamente sbagliato. La SEO serve sempre, questo perché in fondo il passaparola aiuta sempre, ma il sito deve comunque essere facile da trovare. Magari qualcuno l’ha sentito da fuori i tanti circoli social e chat, e vuole saperne di più. In questo caso solo i motori di ricerca possono dare una mano, ed ovviamente una SEO ben ottimizzata può fornire i risultati più rapidi e che possono garantire perciò una visita che – chissà – può anche darsi che verrà convertita in registrazione o anche in qualche acquisto.

E’ vero che le strategie di Marketing sui social funzionano, così come anche creare gruppi e chat a tema adeguati. Ma anche una SEO molto semplice può ottimizzare non pochi passaggi per l’utente in arrivo. Ovviamente se si desidera creare delle fondamenta più solide nel tempo con una SEO avanzata o investire del denaro in pubblicità a pagamento. Ma questo sta sempre a chi regola queste faccende.

Mito numero 2: la SEO costa troppo

È un investimento perpetuo che richiede un sacco di soldi che possono risultare in uno spreco.

Vi è un piccolo fondo di verità in questo discorso. Al giorno d’oggi la SEO è regolata tramite keywords, backlinks e contenuti sufficienti e varie ottimizzazioni che riguardano la navigazione fra Smartphone, ricerche vocali ed anche specificamente geografiche. Da qui si può comprendere che tener conto di tutte queste cose richiedono molto tempo. Si può decidere di assoldare l’aiuto d’una compagnia o di qualche persona specifica per prendere cura del SEO.

Fatto sta che il discorso dei costi troppo elevati nasce dal fatto che sono presenti persone inefficienti o compagnie che permettono la SEO perfetta per ogni tipo di sito, con risultati entro un mese. In realtà non esiste una soluzione universale per creare la SEO adeguata per il proprio sito. Vi sono strutture ideali per Blog, E-Commerce, Istituzionali, e così via. La compagnia che promette di avere a disposizione la SEO perfetta per ogni tipo di sito presente online sta obiettivamente un po’ esagerando. L’inefficienza va perciò pari ad un costo elevato, e da qui nasce questa voce.

La SEO è qualcosa che viene costruito nel tempo, con risultati che vengono raffinati e calibrati man mano che si ottengono le visite. Da qui nasce anche la prossimo mito…

Mito numero 3: la SEO richiede molto tempo per far raggiungere dei risultati

Questa è una mezza verità. In realtà la SEO fornisce risultati praticamente da subito: è il lavoro che ne viene dopo che definisce il come questo mezzo porta i propri frutti. Considerato che sulla rete navigano milioni di utenti ogni giorno (e così come tanti bots automatici) è chiaro che se una SEO è fatta bene, metterà in evidenza dei risultati praticamente da subito. Dove sono presenti delle mancanze, si può sempre correggere, aggiungere e migliorare. A dirla tutta la SEO è un lavoro che non termina mai, ma è importante farlo iniziare bene!

In conclusione

il famoso Search Engine Optimization serve sempre. Tutto quello di cui si ha bisogno è semplicemente scegliere una buona serie di lezioni fondamentali in termine.

Queste sono, in forma breve:

  • Una personalizzazione adeguata che crea il percorso adatto all’utente in visita. Questo può sfociare in diverse categorie, comprese delle pagine di benvenuto apposite o anche delle sezioni create specificamente per una lettura più semplice.
  • Ciò significa che è ideale nel tempo identificare i gusti dell’utente medio e crearne così il percorso ideale. Questo è spesso definita come conversione (Visita-Registrazione-Acquisto) e in certi casi è bene personalizzare il discorso su questo fattore.
  • Una volta compresi i dettagli necessari per l’utente medio e il tipo di sito che si sta creando, è di buona regola scegliere anche un tipo di SEO compatibile. Perciò, qualcosa che può magari riguardare una SEO Locale o una geografica può essere adeguata se il sito lo richiede.

La SEO può richiedere molte operazioni che si suddividono in varie specialità. Comprenderne per bene la giusta combinazione, sperimentando con quelle più adeguate per il tipo di sito, può davvero far ottenere molto.