Le migliori strategie per pubblicizzare un singolo prodotto

0
182
un prodotto singolo come pubblicizzarlo al meglio

Tutti abbiamo qualcosa da vendere. Magari ci capiterà di farlo in proprio, forse anche nella realtà della nostra azienda. Quando parliamo di vendere un prodotto specifico, si capita spesso per parlarne dei propri pregi e di come può migliorare la vita altrui. Questo è semplice da fare quando si deve specificatamente vendere un pezzo unico ad una qualsiasi persona di passaggio, ma non si può dire lo stesso per quel che riguarda un grosso Business. Quest’ultimo infatti ha la necessità di vendere una grossa quantità di prodotti, ma il punto è che magari si tratta sempre dello stesso tipo di servizio o oggetto.

Questo è perciò la faccenda di cui vogliamo parlare: avere la potenzialità di poter esprimere i vantaggi dell’acquisto d’un singolo servizio non è semplice, specialmente quando il potenziale di vendita è di migliaia d’utenti in giro per il Web. Ogni persona ha infatti un punto di vista differente, e può reagire così in maniera diversa. Come tale è bene avere a propria disposizione un sistema universale per vendere un singolo prodotto, nella miglior maniera possibile.

Ecco perciò i migliori consigli che abbiamo a disposizione per quest’argomento: come si può pubblicizzare un singolo prodotto, o servizio, nel miglior modo?

Idee efficaci per pubblicizzare un singolo prodotto

Innanzitutto, bisogna considerare che un messaggio pubblicitario deve stabilire delle basi semplici, ma molto dirette. Magari l’atmosfera può essere a cuor leggero, magari anche scherzosa. Ma deve ovviamente identificarsi con il pubblico finale, quindi la fetta d’utenza potenziale che vorrà accedere al servizio o comprare il prodotto. Questo significa perciò:

  • essere completamente onesti a proposito delle potenzialità del prodotto;
  • a meno che non fosse un messaggio B2B, è bene ogni tanto presentare la situazione con un leggero tocco scherzoso, magari approcciato dal tono di voce più leggero e dinamico;
  • mettere in evidenza le caratteristiche del prodotto con il giusto ritmo, delicato ma diretto;
  • mettersi in contatto con ciò che vuole l’utenza, cosa desidera davvero e cosa può ottenere con il prodotto;
  • non usare mai battute o trucchi usati da altre campagne pubblicitarie: deve rappresentare quel prodotto, non far ricordare quelli altrui!;
  • non fare eccessive comparazioni (se non evitare proprio l’argomento completamente) con altri marchi, specialmente in maniera offensiva o sminuente.

Vediamo di entrare nel dettaglio di queste basi, e come può aiutare perciò la compagna pubblicitaria.

L’onestà significa parecchie cose, a iniziare anche da ciò che possono dire gli utenti stessi sul prodotto

Questa è una strategia a doppio taglio, poiché è spesso abusata da persone che intendono attualmente vendere un prodotto che non offre i vantaggi promessi. Tuttavia, anche l’intenzione conta parecchio: se il messaggio viene trasmesso con onestà, di cosa c’è di aver paura?

Vi sono due semplici modi per raccogliere i pareri degli utenti: con prodotti distribuiti in maniera gratuita oppure con periodi di test. In  altri casi si può creare una campagna pubblicitaria a seguito di alcune vendite, riportandone così i pareri meglio conosciuti sulla rete. Non guasta mai raccontare una piccola storia basata sul prodotto in sé, o il servizio, che sia ovviamente fondata sulla realtà.

Il cliente potenziale e quelli già presenti: un rapporto che bisogna comunque studiare a fondo

Le indagini di mercato e gli ultimi trend sono un chiaro spunto che va osservato con attenzione per capire al meglio il messaggio che deve trasmettere un singolo prodotto. Che cosa vuole l’utente? Che cosa deve soddisfare quel prodotto?

E’ importante non confondere i clienti offrendo qualcosa che potenzialmente possono desiderare, ma non nel senso sbagliato di come può essere descritto. Insomma, studiate sempre bene la fetta di mercato che deve accettare un simile messaggio pubblicitario.

Questo ovviamente si divide anche in più direzioni. Se il vostro brand è già conosciuto, può essere una buona idea pronunciarlo prima del servizio a sé. Se si ha in mente un nome che può suonare meglio del brand originale, o può essere connesso in maniera più orecchiabile, allora è una buona idea anche attuare questa pratica commerciale.

Studiate gli errori commessi da altri concorrenti, così da non ripeterli

Un ottimo consiglio che vale praticamente per ogni tipo di azienda e campagna pubblicitaria: osservate sempre per bene tutti gli errori commessi dalla competizione, anche quella che non riguarda direttamente voi. E’ chiaro che c’è sempre qualcosa di speciale che riguarda questi errori: ed è la voglia di osare, e sfondare in qualcosa di nuovo che verrà ricordato per molti anni.

Ecco perciò il fulcro di come si può veramente pubblicizzare un memorabile singolo prodotto: senza mai ripetere gli errori degli altri, ma senza mai fossilizzarsi sul mercato. Provate sempre qualcosa di nuovo, con la volontà di sacrificare qualcosa. Può darsi che la strategia funzionerà a dovere, così come può darsi che alla fin dei conti non riceverà poi così tante attenzioni. Ma non bisogna mai dimenticare che a volte, un po’ di coraggio può trasmettere molto al cliente futuro.